Sere d'ottobre - 2015

Si rinnova l’appuntamento con “Sere d’Ottobre”, rassegna teatrale organizzata da T.I.L.T. (Trasgressivo Imola Laboratorio Teatro). Giunta alla sua VIII edizione, la rassegna si apre con un evento d’eccezione: 

Sabato 10 ottobre

DIARIO DI PROVINCIA

di e con Oscar De Summa

“Erchie: provincia di Brindisi, città medievale, Comune d’Europa”. Ebbene, proprio ad Erchie, nel cuore della Puglia arsa dal sole; lo stesso sole degli antichi greci tanto che l’urlo di Eracle, o Ercole che dir si voglia, ancora fa tremare; dove gli ulivi brillano nel grembo fertile di una cultura millenaria, a cui popoli di tutto il Mediterraneo hanno ambito; proprio qui, non succede più niente.

Uno “spleen”, ma uno “spleen”…
Una depressione da calura estiva dura tutto l’anno e fa sì che l’immobilità del tempo sia la regola.
Urlando “no!” a tanta noia, spinto dal desiderio di vivere emozioni forti, il giovane protagonista di Diario di Provincia rinuncerà al posto fisso da barbiere, presso il maestro di vita Angelino Sclerotico, per tentare una nuova via: quella di censore della spazzatura. Ma questa esperienza non darà il risultato sperato.
Si ride per un’ora e un quarto dei personaggi che popolano questa storia: figure mitiche che, attraverso la narrazione, riconosciamo come appartenenti anche alla nostra adolescenza e quindi universali, perché “tuttu lu munno è paisi”.
In scena solo il corpo dell’attore e la sua forza espressiva in uno spazio che via via diventa casa, officina, strada, piazza.
 
 

Sabato 17 ottobre

Compagnia Ultima Quinta

NON TI PAGO

di Eduardo De Filippo
con Raffaele Costagliola, Annamaria Quattromani, Luisa Salomoni, Vincenzo Castaldo, Monica Manzieri, Aurelio Bernardo, Piera Zanelli, Luca Vancini, Massimo Dalpozzo, Patrizia Testa, Giuseppe Aprile, Paolo Liberti
regia di Aurelio Bernardo
 
Eduardo De Filippo scrisse Non ti pago nel 1940 e la portò in scena con la compagnia "Teatro Umoristico I De Filippo", l'8 dicembre 1940 al Teatro Quirino di Roma. Il successo sia di critica che di pubblico fu notevole. Lo stesso Ennio Flaiano ebbe a dire: ”Senza esagerare ci si accorge che sono più vicini loro alla letteratura di quanto non lo siano molti autori d'oggi al teatro”. I De Filippo, a quel tempo erano tenuti in considerazione più come interpreti che come autori, ma probabilmente, questo lavoro rivelò la loro potenza drammaturgica.
Il paradosso è il filo conduttore del lavoro che prende spunto dal gioco del lotto, tanto caro ai napoletani, ma oggi, forse, unica speranza di tanti italiani.
 
Sabato 24 ottobre
L’intenzione del Volo
brani e monologhi di Giorgio Gaberscik e Sandro Luporini
voce Andrea Faccioli, chitarra Davide Villani, violoncello Elisa Gazzelli
audio Michele D'Alessandro, luciLorenzo Davalle
In questo terzo capitolo del progetto L'intenzione del Volo si parla di relazioni. L'uomo, descritto ed esplorato a fondo in Qui l’uomo muore, il secondo capitolo di questo lavoro, ora si ritrova negli altri, prende coscienza che la realtà è fatta di mondo, di aria, terra, cose. Persone. E che bisogna curare ciascuno di questi noi, singolarmente; ogni amicizia, amore, parentela, vicinanza. Ognuna nella sua bellezza, qualcuna nella sua immensa dolcezza.
E allora coppia, famiglia, società,divengono oggetto di studio approfondito, di analisi esteriore ed interiore, per capire come evolvono queste strutture, cardini del mondo moderno. Come nascono, come si nutrono, come muoiono. Come si salvano, come vivono.
La forma del teatro canzone è così naturalmente ancora il miglior bacino di sviluppo per questo progetto, dove, con l'alternarsi di canzoni e monologhi, con un rinnovato slancio, consapevoli del mondo e perciò diretti e decisi verso la meta di una Speranza, forse utopica, ma necessaria, si costruisce un percorso ricco e denso di emozioni, spesso in rapida evoluzione.
 
Tutti gli eventi sono ad offerta libera, l’ingresso è riservato ai soci ARCI. Se non sei ancora socio fai domanda di iscrizione www.tiltonline.org/diventasocio
 
Inoltre al Teatro Lolli di Imola sono in partenza da ottobre numerosi laboratori teatrali per adulti, ragazzi e bambini www.tiltonline.org/laboratori
 
 
Informazioni e prenotazioni
Teatro Lolli
Via Caterina Sforza, 3 - Imola
cell. 340 5790974 ore serali
Posti limitati prenotazione consigliata
 

Con il patrocinio dell'amministrazione comunale di Imola e il sostegno di Azienda USL di Imola, Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Con.Ami